COMUNICATO STAMPA SABATO 26 OTTOBRE 2013 ALLE ORE 10.00 all’Abbadia di Fiastra si è svolto un incontro, promosso dal gruppo Consiliare PDL della Regione Marche, sul tema della qualità dei servizi pubblici e la tutela dei diritti del cittadino

COMUNICATO STAMPA

 

SABATO 26 OTTOBRE 2013 ALLE ORE 10.00 all’Abbadia di Fiastra si è svolto un incontro, promosso dal gruppo Consiliare PDL della Regione Marche, sul tema della qualità dei servizi pubblici e la tutela dei diritti del cittadino dal Titolo: “Gestione dei rifiuti solidi urbani in house providing. La Carta dei Servizi strumento di tutela dei cittadini”.

Il programma ha visto la partecipazione del Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi e del Consigliere Regionale Francesco Massi che hanno ritenuto condividere insieme al Presidente della Associazione Culturale SpazioAmbiente Robertino Perfetti l’iniziativa volta a sensibilizzare gli Amministratori Locali e i Rappresentati delle Associazioni di Tutela dei Consumatori e contribuire alla costruzione partecipata di strumenti di controllo e verifica dell’erogazione dei servizi, garantendo una corretta informazione ai cittadini - utenti per un reale coinvolgimento negli obiettivi da raggiungere.

L’intervento dell’avv. Alessandro Lucchetti (avvocato amministrativo, docente all’Università di Macerata e della Politecnica delle Marche, consulente di Enti Locali del Centro Italia per il riordino delle partecipate) dal titolo “Modelli di affidamento e qualità del servizio: il caso del regime in house providing” ha messo in risalto la responsabilità pubblica nel caso di un affidamento dei servizi d’interesse economico in house providing.

Per cui i singoli Sindaci sono chiamati a definire e contrattualizzare gli standard di qualità dei servizi in oggetto da inserire nel Contratto di servizi.

Oggi, approvare il Contratto di servizio e la Carta dei servizi è compito dell’Assemblea territoriale d’Ambito (ATA), così come definita dalla legge regionale e ai Sindaci restano comunque le responsabilità della verifica e del controllo della qualità dei servizi erogati dall’ente gestore a tutela dei diritti dei cittadini utenti.

Tuttavia il livello della qualità dei servizi esige una parametrizzazione condivisa e comparabile degli indicatori e standard di qualità.

Numerosi i partecipanti tra i quali: il Sindaco di Cingoli Sen. Filippo Saltamartini, il Sindaco di Belforte del Chienti Dino Catalini, il Sindaco di Monte San Giusto Mario Lattanzi, gli Assessori Della Ceca e Leonardi di Tolentino e Del Dotto di Montecassiano oltre a rappresentanti di associazioni ambientaliste Nuova Salvambiente e di CittadinanzAttiva. Questi ultimi hanno lamentato la mancanza di coinvolgimento nelle scelte operate dalle pubbliche amministrazioni ed in particolare nel settore rifiuti.

Il Dott. Robertino Perfetti, Presidente dell’associazione culturale SpazioAmbiente, consulente tecnico ed esperto in comunicazione ambientale, nel suo intervento si è soffermato sulla Carta dei servizi illustrando le sue peculiarità evidenziando la parte che regola i rapporti tra le aziende/enti che offrono servizi pubblici ed i cittadini/clienti che ne usufruiscono. Per cui maggiore partecipazione e coinvolgimento dei cittadini nelle scelte pubbliche.

Altro tema interessante riguarda l’obbligo per il soggetto gestore, nel nostro caso il CO.SMA.RI., di emanare la Carta dei servizi, da redigere e pubblicizzare in conformità ad intese con le Associazioni di tutela dei consumatori e con le associazioni imprenditoriali interessate.

Questa Carta deve recare gli standard di qualità e di quantità relative alle prestazioni erogate così come determinati nel Contratto di servizio. La consultazione e la partecipazione delle associazioni a tutela dei consumatori sono indispensabili al raggiungimento degli obiettivi fissati dalla legge.

Ancona, 28 ottobre 2013

Francesco Massi

Capogruppo PDL