Interrogazione n. 1331/09 del Consigliere Massi su: “Istituzione Unità operativa complessa — Centro Regionale di Diabetologia Pediatrica — art. 5, L.R. 1/2009”

NELLA SEDUTA ODIERNA DEL CONSIGLIO REGIONALE È STATA DISCUSSA L’INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE MASSI CHE SI È DICHIARATO SODDISFATTO DELLA SEGUENTE RISPOSTA DATA DALL’ASSESSORE MEZZOLANI:

Oggetto: Interrogazione n. 1331/09 del Consigliere Massi su: “Istituzione Unità operativa complessa — Centro Regionale di Diabetologia Pediatrica — art. 5, L.R. 1/2009”.

In riferimento alla interrogazione in oggetto indicata si forniscono i seguenti elementi di conoscenza: Premessa Il numero di soggetti con diabete è in costante aumento in tutto il mondo, con una stima di 370 milioni nel 2030. In Italia la prevalenza del diabete è pari a circa il 5% della popolazione generale; attualmente almeno 3 milioni di persone sono affette da diabete mellito, di cui oltre 120.000 sono insulino dipendenti e di queste ultime 10-20 mila sono bambini e adolescenti. L’incremento costante di incidenza e prevalenza del diabete giovanile, con progressiva riduzione dell’età della diagnosi, pone problemi di assistenza del tutto peculiari, nei settori che riguardano il controllo della malattia, l’aspettativa di salute in età adulta, lo sviluppo della persona. Si stima una prevalenza di i soggetto ogni 1000 studenti. L’incremento annuo stimato dai dati del registro RIDI (Registro Italiano per il diabete) è del 3,6% senza sostanziali differenze regionali. Alla luce di quanto sopra, nell’ambito della recente Legge regionale n. 1 si è inteso sottolineare la specificità del Centro di riferimento regionale per la diabetologia pediatrica (CRDP) istituito presso l’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, individuando (cfr. art. 5) puntualmente compiti, strutturazione ed obiettivi proprio al fine di fornire un servizio organizzato ed efficiente in grado di supportare efficacemente sia il giovane paziente che la sua famiglia sotto i vari aspetti medici, assistenziali e psicologici. Le azioni poste in essere Riguardo alla attuazione del cennato art. 5 il Servizio Salute con nota del 14.9.2009 ha chiesto alla A. Ospedali Riuniti Ancona chiarimenti sulle azioni poste in essere per l’attuazione dell’articolo in parola. Con nota del 1 ottobre l’azienda in parola ha fatto presente che stava espletando le procedure per acquisire l’autorizzazione per la istituzione della Unità operativa complessa Nella stessa nota ha altresì precisato che per quanto riguardava l’erogazione della assistenza specialistica diabetologica per minori la stessa — in attesa della piena applicazione della nuova normativa regionale di settore — era comunque regolarmente erogata dal CRDP nel quale oltre al Responsabile, prestano servizio altri 2 dirigenti, con contratto a tempo indeterminato, 1 infermiere professionale ed una psicologa, sempre con contratto a tempo indeterminato, nonché una dietista a tempo determinato; sempre nella stessa nota ha precisato che il responsabile della struttura aveva provveduto ad aumentare la disponibilità orario per le prestazioni ambulatoriali sempre rivolte a minori con diabete. Nel rispetto di quanto sopra preannunciato la Azienda Ospedaliera di Ancona con Determina 41 411/DG del 16 ottobre 2009 ha formalmente provveduto ad istituire, nell’ambito del Dipartimento Pediatrico, la Struttura Complessa di Diabetologia; riservandosi di provvedere con successivi atti alla assegnazione di risorse in termini di personale e posti letto.

L’Assessore alla Sanità Almerino Mezzolani