Nuovo elettrodotto a Belforte del Chienti. L'assessore Amagliani ha risposto in Consiglio Comunale all'interrogazione del consigliere regionale Massi

Ecco, in sintesi, la risposta:

§ con la delibera della Giunta Regionale n. 689 del 25 giugno 2007 è stato individuato il “corridoio preferenziale” entro il quale collocare i tracciati da sottoporre alle procedure di valutazione di impatto ambientale;

§ a seguito di tale delibera la Provincia di Macerata ha assunto, come da sua competenza, il Coordinamento degli Enti Locali interessati dal “corridoio” per l’individuazione del tracciato della linea insieme alla società Terma;

§ nell’ambito di tale “tavolo” è stata operata la scelta di collocare una delle due stazioni elettriche nel Comune di Belforte del Chienti;

§ in data 16 novembre 2009 (con Prot. n. 652716) la Giunta Regionale ha chiesto alla Zona ex ASL 9 di Macerata notizie in merito agli studi o agli accertamenti eventualmente effettuati circa l’impatto e le potenziali conseguenze dell’impianto sulla salute pubblica. La zona territoriale ha risposto di non avere ad oggi notizie ufficiali e previsioni progettuali riguardanti la collocazione della stazione elettrica nel Comune di Belforte;

§ l’Assessore ha dichiarato di assicurare il proprio impegno per contenere al minimo i rischi per la salute pubblica e per verificare, nelle fasi di progettazione, l’impatto sul paesaggio e sull’ambiente;

§ agevolazioni, compensazioni e incentivi per i singoli cittadini e per il Comune non rientreranno nelle competenze della Regione. Tuttavia in una fase di verifica delle cosiddette “criticità” (disagi della Comunità) si potrà valutare la possibilità di ottenere compensazioni;

§ non è possibile, allo stato attuale, affermare se, ed in quale misura, la risoluzione della “criticità” interesserà anche il Comune di Belforte del Chienti.

MIO COMMENTO

1. il ruolo di Coordinamento assunto dal Presidente Capponi è più incisivo e completo rispetto a quello del Presidente Silenzi e questo ci conforta.

2. appare assurdo che la Regione abbia chiesto notizie alla Zona ex ASL 9 solo il 16 novembre 2009 (cioè dopo la mia interrogazione) e che alla Zona stessa non siano ancora pervenute “previsioni progettuali”! Forse non gli è giunto neanche il “corridoio” che la Giunta Regionale aveva concordato con Terma fin dal 25 giugno 2007?

3. appare assurdo che Comuni interessati dal passaggio non risultano pienamente consapevoli del tracciato nonostante la Provincia di Macerata si sia attivata per la concertazione nel settembre del 2008 (Silenzi ancora alla guida)!

4. appare assurdo che, ad oggi, la Regione non sia in grado di conoscere se le “criticità” (disagi) e le eventuali compensazioni, interesseranno, o meno, anche il Comune di Belforte del Chienti!

5. la Regione appare “succube” e timida in tutta la vicenda!

Ancona, 27 novembre 2009
Francesco Massi
Consigliere Regionale PDL