Fusione Assam e Assem: confusione organizzativa, incertezze e penalizzazioni per il personale. Purtroppo l'avevamo previsto

Emergono ora la confusione e le incertezze organizzative con cui la fusione tra le due Aziende è stata frettolosamente deliberata. Noi dell’opposizione non votammo l’atto in Consiglio Comunale proprio perché avevamo chiaramente previsto le conseguenze della mancanza di un vero Piano Industriale, di una visione strategica complessiva e degli obiettivi della nuova Società. Dunque i disagi e lo smarrimento che oggi i dipendenti ed i sindacati sottolineano sono gli effetti di precise responsabilità del Sindaco e della Giunta che hanno sempre fatto proclami, con enfasi, su questa operazione affrontando i passaggi e le procedure con superficialità e pensando di avere la delega in “bianco” dei dipendenti e dei sindacati. Non c’è stato alcun confronto ed alcuna chiarezza sulla utilizzazione delle risorse umane. La presunzione di rappresentare tutto e tutti è la principale arroganza della maggioranza. Nel prossimo Consiglio Comunale chiederemo con forza una verifica sul “chi fa che cosa”, sull’organizzazione delle risorse umane e sulle strategie industriali della Società.

I Consiglieri Massi – De Renzis – Pupo – Ruiti – Fedeli - Pezzanesi